Acquaf35


Links Utili

min lavoro
lazio
logo prov-roma2
comune
inps2
giornali

 clcrisi

Visite da Gennaio 2006

Home
Proposta di Sel per il Lavoro: Per un Green New Deal Italiano PDF Stampa E-mail
Domenica 09 Marzo 2014 16:29

«Creare 1 milione e mezzo di posti di lavoro in tre anni, impegnando circa 17 miliardi, con lo Stato che diventa datore di lavoro di ultima istanza». È questo l’obiettivo della proposta di legge, già depositata, di Sel sul lavoro e presentata a Montecitorio.

Come spiega Giorgio Airaudo «la priorità di questo paese è il lavoro, che è una cosa molto concreta che richiede risposte precise. Se ci si affida al mercato e agli incentivi è impossibile risolvere il problema della disoccupazione», sottolinea l’ex sindacalista Fiom in conferenza stampa insieme a Luciano Gallino «che ci ha ispirati nella nostra proposta» e al capogruppo Gennaro Migliore.

Leggi tutto...
 
Rappresentanza sindacale e dittatura della maggioranza PDF Stampa E-mail
Scritto da Piergiovanni Alleva   
Venerdì 07 Febbraio 2014 16:47

L’accordo sulla rappresentanza sindacale firmato dalla Cgil il 10 gennaio scorso configura il pericolo di una "dittatura della maggioranza", che finirebbe per emarginare ed imbavagliare i sindacati dissenzienti. Al contrario, la fonte legittimante della disciplina negoziale andrebbe individuata nella consultazione diretta dei lavoratori, mediante referendum, sull’ipotesi di accordo siglato dalla maggioranza dei membri delle Rsu.

di Piergiovanni Alleva, da il manifesto, 6 febbraio 2014

Leggi tutto: 

 
A Proposito di Pensioni... PDF Stampa E-mail
Domenica 10 Novembre 2013 20:07

In questi giorni che si "straparla" di pensioni (vedi Renzi in particolare) sarebbe opportuno, prima di straparlare, sapere come funziona la gestione INPS.

La gestione INPS prevede che ogni settore (Industria, Edilizia, Pubblica Amministrazione ecc.) e ogni categoria di lavoratori (operai, impiegati, dirigenti ecc) versi una quantità di contributi al proprio "fondo" commisurata alla quantità di pensioni da erogare.

Ma accade spesso che, per decisioni "politiche", la gestione di fondi in perdita (di recente ad es. dirigenti, pubblica amministrazione (trasferimento all’INPS dell’INPDAP), artigiani, commercianti ecc.) viene ripianata dai fondi che sono in attivo (in particolare il “fondo lavoratori dipendenti” e il fondo dei "lavoratori atipici" [cioè i "precari"]), inoltre l'assistenza (pensioni e assegni sociali ecc.), che dovrebbe essere a carico della fiscalità generale (facendo pagare le tasse a tutti!), per anni è stata posta a carico dei fondi in attivo (sempre quelli dei lavoratori dipendenti!).

Leggi tutto...
 
Anniversario della "Rivoluzione d'Ottobre" PDF Stampa E-mail
Giovedì 07 Novembre 2013 00:00

Manifesto sovietico


 

 
ENI e Energie Rinnovabili PDF Stampa E-mail

Pubblichiamo un comunicato stampa che riguarda l'ENI:

Milano, 27 set. (Adnkronos)- "L'energia del futuro sono le rinnovabili e noi investiamo su questo". Lo afferma Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, rispondendo a chi lo interroga sugli investimenti che l'azienda ha in programma nelle energie rinnovabili, a margine della presentazione della nuova campagna istituzionale dell'azienda al Piccolo teatro di Milano. " Pero' -sottolinea l'ad- le rinnovabili hanno bisogno di due cose: di essere meno costose e poi dobbiamo imparare a conservare l'energia, a stoccarla e immagazzinarla, perche' le rinnovabili di oggi hanno il difetto che ci sono quando vogliono loro e non quando ne abbiamo bisogno noi".

Questo comunicato ci interessa perchè, a partire dal 1996, cioè quasi 20 anni fa, la RSU di Enirisorse (che ha poi ha costituito il Comitato 1° Maggio), propose e presentò all'ENI una serie di progetti per lo sviluppo di tecnologie ambientali ed in particolare nel campo delle Energie Rinnovabili. Questo perchè cercavamo di impedire la deriva presa dall'ENI, che con il processo di privatizzazione, stava riducendo occupazione, investimenti, ricerca e sviluppo, per concentrarsi soltanto sugli aspetti finanziari e creare profitti solo per gli azionisti.

A distanza di anni, quando ormai la deindustrializzazione del Paese ha creato danni irreversibili, forse si risveglia qualche possibilità perchè è evidente che solo grandi gruppi industriali, come l'ENI, possiedono risorse tecniche ed economiche in grado di generare nuove tecnologie e occupazione.

Staremo a vedere se le volontà di fare sono concrete. Da parte nostra vigileremo e solleciteremo la ripresa di iniziative così importanti per il futuro dei lavoratori e dei giovani.

 

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Calendario Eventi

<<  Novembre 2017  >>
 L  M  M  G  V  S  D 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Per non dimenticare

monicelli_WEB
thyssen
innse
ABRUZZO
CARLO GIULIANI
Valerio Verbano
rsu_eni
Alberto_Granado_web2